Home » Blog » Targa Italiana e Assicurazione Estera per Circolare in Italia

Targa Italiana e Assicurazione Estera per Circolare in Italia

Ti è stato consigliato ogni volta che stavi per perdere l’assicurazione o per comprare una macchina nuova dai tuoi parenti, amici e conoscenti: “Perché non fai un’assicurazione straniera?

All’improvviso, dei dubbi si sono insinuati nella tua testa:

Potrò mai viaggiare con un’assicurazione straniera? Cosa comporterà? Mi andrà bene? Ne vale la pena?

Esaminiamo tutte queste domande qui.

Assicurazione Estera e Targa Italiana. È possibile?

Quali sono le implicazioni di avere una targa italiana su un veicolo assicurato straniero? Oggi puoi farlo.

La possibilità esiste, ma la compagnia assicurativa deve essere ammessa all’esercizio dell’assicurazione in Italia.

L’elenco delle imprese estere ammesse ad operare in Italia tramite rappresentante è pubblicato dall’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, IVASS.

Circolare con una compagnia assicurativa straniera in Italia

È possibile guidare la propria auto, con targa italiana, e avere un’azienda di origine straniera piuttosto che con una di origine italiana a causa della globalizzazione. Ci sono diverse cose che devi sapere prima di scegliere un percorso del genere. Quindi, è una possibilità legale e verso la quale molte persone propendono per ottenere un risparmio, anche consistente.

E’ innanzitutto importante verificare presso l’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) la legittimazione di un RCA straniero.

Anche nel nostro paese, gli assicuratori autorizzati sono quelli che rispettano le nostre regole e le condizioni: ad esempio, i massimali e le variabili che influenzano il calcolo dei nostri premi come la regione di residenza, l’età, ecc.

L’obiettivo è creare una concorrenza leale tra le compagnie di assicurazione e fornire ai cittadini una protezione assicurativa straniera.

Quali sono le differenze tra assicurazioni estere e nazionali?

Non tutti gli assicuratori esteri operano in modo simile in Italia.

La loro principale suddivisione è tra le società operanti in Italia (cioè con sede in Italia) e quelle che offrono Servizi in Libera Fornitura (LPS), alcune delle quali appartengono a grandi gruppi assicurativi italiani. In particolare, per le società che operano nell’ambito della LPS, deve essere nominato il rappresentante della gestione dei sinistri.

È responsabilità del rappresentante gestire i reclami e stabilire il risarcimento relativo a tali reclami. Sul sito dell’IVASS è inoltre indicato quale rappresentante della compagnia assicurativa nelle controversie relative al risarcimento dei danni (art. 25 Codice delle Assicurazioni).

È possibile trovare l’elenco delle società estere autorizzate ad operare in Italia sul sito Ivass, costantemente aggiornato e suddivise tra quelle che operano in Italia e quelle che operano in LPS. Come puoi vedere, la maggior parte di queste assicurazioni estere proviene dalla Gran Bretagna e molte sono piuttosto conosciute nel settore assicurativo.

Le Nostre Raccomandazioni

Considera tutti i fattori prima di acquistare una polizza estera, e se ritardi l’acquisto di qualche mese rispetto a quando hai effettuato l’assegno, visita il sito dell’IVASS per avere informazioni dettagliate e aggiornate. Su queste cose non si scherza: oltre a mettere in pericolo te stesso e la tua famiglia, metti in pericolo chiunque cammini per strada.

Se l’assicurazione non è valida in Italia, cosa succede?

Una grande offerta da un’azienda che non è elencata è meglio lasciarla senza indirizzo. Una polizza senza una copertura efficace non ti proteggerà da incidenti stradali e da una vasta gamma di altri tipi di incidenti, per non parlare di qualsiasi controversia civile o penale che potresti dover affrontare.

Un viaggio senza assicurazione o spendere soldi per una polizza assicurativa non valida può effettivamente costare un sacco di soldi – le multe possono arrivare a quasi 4000 euro oltre al sequestro del veicolo.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.