Home » Blog » Assicurazione a Km: Quando Conviene

Assicurazione a Km: Quando Conviene

Una polizza assicurativa a chilometraggio è quella che si basa sul numero di miglia percorse nel corso di un anno.

I proprietari che non usano spesso la loro auto o che hanno esigenze particolari possono stipularla per un guadagno effettivo di oltre il 60% rispetto ad una polizza tradizionale. Ci si chiede spesso quale sia l’assicurazione sul chilometraggio e quali conducenti potrebbero beneficiarne.

Confrontare le proposte assicurative di diversi fornitori è fondamentale per rispondere a questa domanda. Utilizzando i siti di comparazione, puoi confrontare rapidamente due tipi di preventivi.

Nel primo caso, viene utilizzato quello tradizionale. Nel secondo, si utilizza solo l’assicurazione a km per determinare se c’è una reale convenienza.

Per l’assicurazione a km, gli assicuratori forniscono una formula che può variare a seconda della gamma selezionata e di altri parametri che sono richiesti quando si compila il preventivo stesso.

Per calcolare il tuo numero totale di chilometri percorsi in un anno, devi conoscere le tue abitudini di guida, i tuoi spostamenti e la loro frequenza.

Questo tipo di assicurazione si concentra sulle abitudini del proprietario del veicolo, il che la rende una polizza molto personalizzata. Al termine del contratto, saranno pagati solo i chilometri percorsi, che devono rientrare nel range specificato (un massimo di 5 mila chilometri, per esempio).

I chilometri in eccesso sono addebitati dalla compagnia assicurativa come spesa e non devono essere superati. Anche la convenienza dell’assicurazione per chilometri sarebbe nulla se la soglia viene superata in modo significativo.

Per questo motivo, è importante sapere esattamente quanto è efficace questo tipo di copertura.

Per l’assicurazione a chilometraggio, viene installato sul veicolo un dispositivo chiamato scatola nera, un dispositivo introdotto con il DDL Concorrenza e che attualmente sta guadagnando un certo livello di popolarità tra gli automobilisti grazie al suo costo inferiore.

Come funziona

Si tratta di un dispositivo dotato di un rilevatore GPS che registra tutti i movimenti dell’auto utilizzando il sistema satellitare, oltre a contare i chilometri percorsi.

Di conseguenza, rintracciare il veicolo, ovunque esso sia, può essere utile in caso di furto, a condizione che sia adeguatamente coperto. Puoi anche chiamare l’assistenza se la tua auto si rompe, se hai un incidente o se sei ferito, in modo che possa essere fornita assistenza immediata.

Né la compagnia di assicurazione né il proprietario dell’auto possono falsificare i dati sul chilometraggio, per quanto riguarda il conteggio del chilometraggio. Per coloro che scelgono l’assicurazione sul chilometraggio, la scatola nera è obbligatoria circa 15 giorni dopo la stipula del contratto.

Gli incidenti e gli inconvenienti possono essere indagati più efficacemente con essa, specialmente quando l’altra parte non è disponibile o non collabora. Le strutture che vi sono incorporate sono progettate per sopportare condizioni estreme in modo che non venga danneggiata in modo da invalidare la sua utilità.

È una scatola in prestito. Le spese di noleggio sono incluse nel costo dell’assicurazione, ma sono molto ridotte in modo che il costo finale non venga influenzato in modo significativo.

Un’assicurazione a chilometraggio è conveniente per chi?

I guidatori che usano la loro auto poco frequentemente possono beneficiare di un’assicurazione a chilometraggio. La necessità di questo tipo di polizza è evidente quando il proprietario del veicolo percorre tra i cinque e i diecimila chilometri all’anno e si può fare una stima approssimativa di queste distanze.

Come bonus, questa polizza è anche raccomandata per le persone che hanno movimenti regolari e già programmati, come i pensionati o le persone che guidano solo nei fine settimana. Gli automobilisti che viaggiano non più di 10 mila chilometri all’anno sono nella fascia più conviviale.

Come suggerito sopra, la stessa convenienza può essere verificata confrontando i due preventivi.

Un valore di riferimento più economico si tradurrà in un risparmio maggiore: quindi, il costo dell’assicurazione è determinato dalla fascia selezionata.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.