Home » Blog » Assicurazione in Caso di Morte: le Polizze sulla Vita

Assicurazione in Caso di Morte: le Polizze sulla Vita

Un passo importante che puoi fare è quello di acquistare una polizza di assicurazione sulla vita che protegga il tuo futuro pensionistico e ti permetta di proteggere coloro che ami.

Ecco cosa devi sapere:

Stipulare una polizza di assicurazione sulla vita è essenzialmente una scelta maturata nella consapevolezza che la vita umana è piena di incertezze.

In un evento avverso o inaspettato, la stipula di una polizza di assicurazione sulla vita può fungere da cuscinetto.

Tuttavia, ci possono essere domande sulla copertura, sui costi o sui passi necessari per ottenere questa polizza.

Abbiamo messo insieme questa breve guida per chiarire qualsiasi dubbio che potresti avere sul fatto che sia il momento giusto per te di stipulare un’assicurazione sulla vita – specialmente un’assicurazione temporanea sulla TCM, di cui parleremo a breve.

Come funziona l’assicurazione sulla vita?

La prima cosa da chiarire è come funziona l’assicurazione sulla vita.

Ci sono due diversi tipi di assicurazione sulla vita nel vasto mondo delle polizze assicurative: assicurazione sulla vita e assicurazione sulla morte.

Esiste anche una terza opzione, chiamata assicurazione sulla vita mista, che include entrambe le possibilità.

Prima di andare avanti, facciamo una piccola digressione sui “soggetti” dell’assicurazione: il contraente, l’assicurato e il beneficiario.

L’assicurato è colui che avvia i contratti, si occupa delle attività amministrative, paga i premi (parleremo del premio più tardi), può riscattare la polizza e può anche cambiare i beneficiari.

L’assicurato è un individuo sulla cui vita viene emessa la polizza (generalmente l’assicurato, ma può essere qualcun altro). Quando si verifica un evento, il beneficiario riceve le somme assicurate.

Un premio è quindi calcolato in base ai costi effettivi sostenuti. Può essere pagato una sola volta alla stipula, oppure può essere ricorrente. Cioè, deve essere pagato nel periodo selezionato e secondo la periodicità scelta (annuale, mensile, semestrale, ecc.). Quando viene scelta una frequenza di pagamento diversa da quella annuale, è spesso previsto che l’interesse frazionato aumenti il premio.

Le polizze di assicurazione sulla morte includono polizze di assicurazione sulla vita temporanee che permettono ad una famiglia di continuare a vivere nonostante l’assenza della loro fonte economica primaria.

Le polizze sono particolarmente rilevanti per gli individui che rappresentano la sicurezza economica, come le mamme o i papà che lavorano con bambini piccoli o adolescenti in età scolare, o persone con altre persone a carico.

Chi è coperto dall’assicurazione sulla vita in caso di morte?

Come strumento di assicurazione, l’assicurazione temporanea sulla morte (TCM) può fornire un capitale al beneficiario (o ai beneficiari) in caso di morte durante un periodo specificato (la durata del contratto).
Se l’assicurato non muore, la compagnia non pagherà il capitale dell’assicurato.

La polizza protegge finanziariamente il beneficiario dal primo giorno della sua validità (tranne nel caso di periodi di carenza ed esclusioni) per il periodo stipulato al momento della stipula (ad esempio, 10, 20 o 30 anni).

Nell’evento assicurato, il beneficiario riceverà il capitale quando i premi cesseranno di essere pagati.

Le polizze TCM non sono la stessa cosa dell’assicurazione sulla vita intera. In secondo luogo, il beneficio viene pagato quando l’assicurato muore e gli eredi hanno la garanzia di ricevere il capitale desiderato. Le polizze TCM differiscono molto dalle polizze a vita intera anche per quanto riguarda il capitale assicurato.

Qual è il costo di una polizza vita intera?

La compagnia condurrà una valutazione preliminare dell’assicurato una volta identificata la polizza TCM che desideri acquistare.

La sottoscrizione mira a determinare il tipo di copertura più adatto all’assicurato, insieme ai tempi e ai costi associati (cioè il premio da pagare).

Prima di assumere il rischio, l’assicuratore identifica diversi fattori, come l’età, le abitudini di vita, il lavoro svolto, lo stato di salute, la somma assicurata, la durata e la copertura attivata.

Le polizze MTC, in particolare:

  • I premi degli assicuratori sono direttamente correlati all’età. Le donne di 30 anni pagheranno un premio più basso rispetto alle donne di 50 anni;
  • Tuttavia, il peso sulla bilancia cambia se la giovane donna fuma;
  • La copertura e le garanzie possono essere influenzate dalle condizioni di salute, come le malattie precedenti;

Considerare il capitale assicurato, cioè l’importo che l’assicurato considera necessario per far vivere il beneficiario alle stesse condizioni del defunto è anche un fattore che influenza il costo della polizza assicurativa temporanea in caso di morte.

L’importo del premio dipende anche dal capitale assicurato, che può essere costante o diminuire nel tempo.
È necessaria una valutazione finale della copertura.

Oltre alla copertura in caso di morte, alcune polizze TCM forniscono una copertura aggiuntiva per conseguenze più benigne, come l’invalidità permanente.

In tal caso, può essere effettuato un pagamento “anticipato” o “in aggiunta” di una percentuale del capitale assicurato (e i beneficiari riceveranno comunque l’intera somma). La copertura fornita da queste garanzie, quindi, aumenta insieme al premio da pagare.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.