Home » Blog » Cos’è il Certificato di Rilevanza Storica

Cos’è il Certificato di Rilevanza Storica

Guidare un veicolo più vecchio di vent’anni può avere dei vantaggi economici e fiscali, che si tratti di un’auto d’epoca o di una moto d’epoca.

Per godere di questi vantaggi e per essere riconosciuti è necessaria una certificazione di validità, necessaria anche per la circolazione di tali veicoli su strada.

Quando un veicolo viene presentato per l’iscrizione alla Federazione, viene rilasciato un Certificato di Rilevanza Storica ASI, che certifica che il veicolo è storicamente rilevante e gli permette di circolare e ricevere i benefici assicurativi.

Il certificato di rilevanza storica non significa che non sia possibile circolare, ma significa che si tratterebbe di un’auto normale, oltre ad avere tutta la documentazione assicurativa necessaria.

Non si può chiedere e ricevere dalla propria agenzia assicurativa un pagamento ridotto o l’esenzione dal pagamento della tassa di circolazione senza un CRS, che sta per Certificato di Rilevanza Storica.

Nel Decreto del 17 dicembre 2009, entrato in vigore il 19 marzo 2010, è stato previsto che il CRS possa essere acquisito per il riconoscimento di un veicolo come storico o di interesse collezionistico, regolandone la circolazione su strada come tale, e richiedendo una regolare manutenzione.

Sapete come ottenere un Certificato di Rilevanza Storica (CRS)?

In uno qualsiasi dei club federati aderenti alla Federazione ASI, è possibile ottenere il modulo di registrazione per i veicoli di interesse storico o collezionistico, ottenendo il CRS.
Per ottenere il Certificato di Rilevanza Storica, è necessario qualcosa di più della semplice compilazione del modulo e dell’età del veicolo.

Inoltre, è necessario:

  • Allegare fotografie valide che dimostrino l’esatto aspetto del veicolo.
  • Completare il modulo e allegare tutti i documenti richiesti, come la carta di circolazione del primo anno
  • Se alcune parti dell’auto sono state sostituite, fornire informazioni sulla loro composizione meccanica.
  • Si terrà una riunione ufficiale con una commissione tecnica specializzata per decidere se riconoscere o meno il veicolo alla luce del complicato processo di ottenimento del certificato.

Il riconoscimento storico è logicamente legato ai seguenti punti:

  • La carrozzeria e il telaio dell’auto assomigliano al disegno originale
  • Originalità o compatibilità del motore
  • La forma interna
  • In conformità con le dimensioni e la forma originale delle gomme.
  • In un periodo compreso tra 25 e 45 giorni dopo che la commissione ha approvato la domanda, il certificato di rilevanza storica sarà fornito gratuitamente.

Vantaggi e privilegi del CRS

I veicoli storici sono innanzitutto esclusi dalla formula bonus/malus dell’assicurazione, in quanto hanno il Certificato di Rilevanza Storica. Tra i veicoli di 20-30 anni, la tassa di circolazione è di decine di euro, mentre per un veicolo di oltre 30 anni diventa gratuita.

Rimane solo la tassa di circolazione e la normale assicurazione, che cambia da agente ad agente, ma è comunque più economica della copertura standard.

È possibile ottenere un certificato di rilevanza storica del vostro vecchio veicolo, anche se non è richiesto.

È facile ottenere la possibilità di circolare su strada con la tua auto dopo aver superato tutte le ispezioni necessarie e aver presentato i moduli necessari, e puoi anche godere di un notevole risparmio sull’assicurazione auto e sui costi di circolazione.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.