Home » Blog » Cosa Fare in Caso di Sinistro? Richiesta danni assicurazione

Cosa Fare in Caso di Sinistro? Richiesta danni assicurazione

Conoscere i tuoi diritti e doveri in caso di incidente è importante.

Compila la dichiarazione di riconoscimento amichevole (C.A.I.) fornita dalla compagnia al momento dell’iscrizione e poi rispediscila a loro.

È importante che entrambi i conducenti coinvolti nell’incidente firmino il modulo blu in modo che il risarcimento dei danni possa essere prontamente pagato a ciascuna parte se l’incidente viene concordato.

Anche se è utile compilare questo modulo individualmente se ci sono disaccordi sulla dinamica dell’incidente, è anche utile presentarlo indipendentemente.

È anche nel tuo interesse segnalare l’incidente alla tua azienda, anche per evitare problemi futuri, anche se il modulo blu non è stato compilato.

Puoi ottenere il risarcimento dei danni che hai subito utilizzando il processo ordinario o il risarcimento diretto dei danni dall’assicurazione.

Risarcimento tramite pagamento diretto

Il più diffuso è questo. Contattando direttamente la tua compagnia, puoi ottenerlo se non sei stato responsabile dell’incidente (o in parte) e c’erano due veicoli coinvolti.

Puoi richiedere un risarcimento per i danni al tuo veicolo, al carico e/o per le ferite lievi (chiamate lesioni minori) con questa procedura.

Inoltre, il risarcimento diretto può essere disponibile se altre persone (terzi) hanno subito lesioni gravi in uno o più dei veicoli coinvolti nell’incidente (più di 9 punti); tuttavia, non è applicabile agli astanti che hanno subito lesioni fisiche.

Procedura normativa

Altri tipi di incidenti (inclusi quelli che coinvolgono più di due veicoli o quelli in cui gli astanti o il conducente sono stati feriti e dove sono stati subiti più di nove punti di invalidità) richiedono la procedura di risarcimento ordinaria.

In questo caso, il risarcimento deve essere richiesto al produttore del veicolo che ha causato l’incidente.

Alleghiamo due copie di richieste di risarcimento danni: una per il risarcimento diretto e una per il risarcimento ordinario.

Date per l’offerta di risarcimento

Indipendentemente dalla procedura attivata, la compagnia deve fornire un’offerta di risarcimento entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta di risarcimento per la proprietà o il veicolo, o entro 90 giorni per i danni alle persone.

Firmando la C.A.I. o il modulo blu, i due conducenti dei veicoli coinvolti possono ridurre i 60 giorni di sospensione a 30 giorni.

Se subisci lesioni personali, devi sapere che i 90 giorni iniziano dal giorno in cui presenti un certificato medico che indichi il recupero o la stabilizzazione delle tue condizioni.

Puoi trovare maggiori informazioni sui siti web delle compagnie per quanto riguarda i loro centri di liquidazione sinistri e come muoversi in caso di incidente.

Di conseguenza, è molto importante contenere tutti gli elementi legali nella tua richiesta per ottenere un risarcimento secondo i termini sopra indicati. Noi possiamo aiutarti in questo.

Se la tua richiesta è incompleta, la compagnia ha 30 giorni di tempo per fornire le informazioni aggiuntive necessarie per definire la tua richiesta. L’azienda deve effettuare il pagamento entro 15 giorni dall’accettazione della somma offerta.

Infortuni del vettore

Nel caso di un infortunio subito da terzi, devi presentare un reclamo alla marca del veicolo che era in funzione in quel momento. L’azienda pagherà i danni entro 90 giorni, fino all’importo minimo legale, indipendentemente dal fatto che il conducente sia responsabile o meno.

Il risarcimento sarà pagato dalla compagnia che ha effettuato il risarcimento alla compagnia assicurativa della persona responsabile dell’incidente.

Quando il danno supera il minimo legale, puoi fare causa alla parte responsabile per la parte che supera il minimo, a condizione che sia assicurata per un livello superiore al minimo.

Conciliazione congiunta

Attivare la Conciliazione Congiunta può evitarti di andare in tribunale se non sei d’accordo con la compagnia assicurativa sulla natura dell’incidente o sull’ammontare dei danni.

Identificazione dei testimoni

Dovresti sempre indicare i nomi di eventuali testimoni presenti sul luogo dell’incidente all’inizio, o nel rapporto dell’incidente o, in ogni caso, nel primo documento formale che invii alla compagnia di assicurazione.

Le prove presentate dal testimone possono essere inammissibili se l’identificazione è stata fatta dopo.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.