Home » Blog » Polizza Auto Intestata a Persona Deceduta: l’iter da seguire

Polizza Auto Intestata a Persona Deceduta: l’iter da seguire

Per la persona o le persone che ereditano una polizza di assicurazione di responsabilità civile quando il titolare della polizza muore, si apre una noiosa spirale burocratica, stratificata con varie leggi, atti e decreti in cui è molto difficile trovare la propria strada.

Per aiutarti a capire tutte le diverse pratiche che dovrebbero essere attuate quando si eredita una polizza auto di una persona deceduta, è stata preparata questa guida.

Accettare l’eredità della polizza assicurativa del defunto entro sei mesi dalla sua morte è il primo passo per ereditare una polizza auto. Sia un testamento che un’eredità automatica devono essere fatti in questo primo passo.

Un atto pubblico, un notaio o il cancelliere del tribunale possono firmare l’atto di adozione, o un atto privato autenticato può essere utilizzato per accettare l’eredità.

Affinché l’eredità sia accettata, deve essere messa per iscritto su un documento che contenga i dati dell’erede e quelli del defunto, così come la loro firma.

È impossibile revocare l’accettazione di un’eredità, quindi, prima di prendere questa decisione, assicurati che non ci siano debiti da pagare dato che in questa situazione ti sarà richiesto di pagarli con i tuoi beni.

Un’altra opzione è quella di accettare l’eredità con inventario, il che ti permette di evitare di avere debiti che superano il valore dei beni che ricevi.

Registrazione di un’assicurazione sulla morte al PRA

Il secondo passo da fare quando si eredita una polizza auto a nome di una persona deceduta è la notifica alla compagnia assicurativa.

Non appena viene presentata la richiesta di accettazione dell’eredità, l’erede deve recarsi presso un ufficio dell’ACI (Automobile Club d’Italia) per presentare tutti i documenti necessari per aggiornare la carta di circolazione e il certificato di proprietà del veicolo ereditato entro 60 giorni.

Assicurare l’auto di una persona deceduta: cambiare il titolo

Il terzo e ultimo passo è quello di aggiornare il titolare della polizza. Una volta che l’erede ha completato le pratiche relative all’aggiornamento dei dati nel certificato di registrazione e nel certificato di proprietà, l’erede dovrebbe sostituire i dati della polizza di assicurazione di responsabilità civile del titolare.

Senza assicurazione, non può essere parcheggiata su una strada pubblica anche se l’erede non intende usarla. Se il proprietario del veicolo muore, la polizza assicurativa dell’auto coprirà qualsiasi danno causato dal veicolo.

Un erede deve informare la compagnia assicurativa della morte del defunto e della sua volontà di rilevare il contratto di assicurazione.

È possibile, tuttavia, ereditare la polizza auto del defunto e usufruire della Legge Bersani solo se la persona che eredita il veicolo fa parte della stessa famiglia. La classe di merito della nuova polizza auto sarà basata sulla storia del nuovo titolare, secondo la logica del bonus malus, se l’erede è un lontano parente o un amico.

Rinuncia all’eredità quando si acquista una polizza auto a nome di una persona deceduta

Allora cosa fai se non vuoi che il veicolo e quindi non l’assicurazione auto passi attraverso la tua famiglia? Per rinunciare ad un’eredità in questo caso, il notaio o il cancelliere del tribunale competente deve essere testimone o testimone di un atto pubblico davanti ad un notaio.

Successivamente, devi andare al PRA e presentare il modulo che attesta la perdita di proprietà per evitare, così, di pagare il bollo. È necessario che tu completi il processo depositando un atto notarile che certifichi la tua rinuncia all’eredità con i dettagli dell’atto di rinuncia presso il Cancelliere del Tribunale.

Dopo questa data, l’obbligo della tassa di circolazione derivante dalla successione cesserà. Se il tuo assicurato è deceduto, allora dovrai anche informare tempestivamente la compagnia assicurativa e richiedere la cancellazione della polizza. Un rimborso o un trasferimento della parte non utilizzata viene poi effettuato al nuovo titolare della polizza.

Le insidie di assicurare l’auto di una persona deceduta

Per riassumere, se non segui le procedure che abbiamo elencato, corri il maggior rischio di guidare un veicolo che non è assicurato se erediti la polizza di una persona deceduta. Rischi non solo una multa salata, ma anche la possibilità di perdere la tua auto se sei in un incidente stradale causato dall’uso improprio. È quindi consigliabile non guidare immediatamente dopo aver ricevuto l’avviso.

Aspetta che tutti i documenti, compresa la polizza assicurativa, relativi alla circolazione del veicolo siano regolarizzati. Nel caso in cui il veicolo venga fatto circolare 30 giorni dopo il decesso e non sia stata fatta un’intestazione temporanea, verrà applicata una sanzione di 705 euro.

Rischi di pagare una multa pari al 30% in più dell’imposta provinciale di trascrizione se non presenti la pratica al PRA entro 60 giorni dall’accettazione dell’eredità. Oltre alle tasse non pagate, c’è anche una multa per la presentazione tardiva della dichiarazione di successione.

Una formula di assicurazione auto che si adatta alle tue esigenze e abitudini può aiutarti a risparmiare denaro. Confrontare le tariffe più economiche RC auto è reso facile attraverso un software comparativo cliccando sullo strumento Comparasimple.it qui sotto. Le seguenti compagnie offrono promozioni assicurative gratuite e senza impegno: Prima.it, Linear, Quixa, Zurich Connect. Inserisci le tue informazioni demografiche e quelle del veicolo che desideri assicurare nel nostro strumento di confronto delle tariffe, poi clicca su “avanti!” per continuare con la richiesta online.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.