Home » Blog » Disdetta Assicurazione Auto: come cambiare compagnia

Disdetta Assicurazione Auto: come cambiare compagnia

Una delle maggiori voci di spesa in un bilancio familiare è il premio per l’assicurazione RC Auto.

Inoltre, la fedeltà dei clienti ad una singola compagnia assicurativa spesso non viene riconosciuta correttamente nel tempo.

Negli ultimi anni, tuttavia, cambiare l’assicurazione della tua auto è diventato più facile e veloce. Dal 2013, infatti, è illegale il tacito rinnovo, cioè il meccanismo automatico che vincolava l’assicurato a continuare la polizza auto con la stessa compagnia se non inviava una comunicazione formale entro i termini previsti.

Nel settore dell’assicurazione della responsabilità civile, il rinnovo automatico è stato per molti anni una grande barriera allo sviluppo della concorrenza. Utilizzando questo meccanismo di rinnovo automatico, le compagnie assicurative non dovevano rischiare di prendere troppi clienti dai concorrenti con offerte più aggressive.

Dovevi cancellare la tua assicurazione con almeno 15 giorni di anticipo per poterla cambiare.

Sfortunatamente, molti automobilisti dimenticavano di farlo e le compagnie assicurative a volte comunicavano anche le date di scadenza con un po’ di ritardo.

Diversi anni fa è stato riportato che le compagnie assicurative operavano come parte di un cartello.

Cosa c’è di nuovo dal 2013 per quanto riguarda le scadenze delle polizze

Il D.D.L. 179/2012 ha abolito il tacito rinnovo delle polizze di responsabilità civile per auto e moto.

La scadenza della polizza dal 1 gennaio 2013 non obbliga in alcun modo l’assicurato a rinnovarla per un altro anno. In altre parole, se decidi di iniziare una nuova relazione prima che la tua attuale polizza scada, non dovrai far sapere alla tua precedente compagnia assicurativa che hai intenzione di annullare la polizza.

Fino al 2013, il tacito rinnovo era già vietato; tuttavia, questa limitazione si applicava solo alle polizze acquistate online o per telefono. Pertanto, le compagnie assicurative tradizionali che operavano in un mercato protetto erano in grado di utilizzare il meccanismo di rinnovo automatico. Come risultato dell’abbattimento di questa barriera, i premi assicurativi sono diminuiti in media del 18% negli ultimi anni.

Il decreto legge 124/2017 garantisce la fine del tacito rinnovo, così come la protezione contro il furto-incendio, gli eventi atmosferici, gli atti vandalici, gli incidenti del conducente e le polizze kasko. La sottoscrizione di queste garanzie contemporaneamente alla polizza RCA, tuttavia, renderà valida solo questa estensione. Inoltre, è importante chiarire che se una polizza in corso contiene una clausola di tacito rinnovo, tale clausola è nulla in ogni momento, poiché la legge prevale sempre.

Quando la polizza scade, come esercitare il diritto di cancellazione

Per chiarire, ci sono due cose distinte da distinguere: se il meccanismo di rinnovo tacito è abrogato e quali sono le strade aperte per chi vuole annullare la polizza dopo l’approvazione delle nuove regole.

Alla scadenza di una polizza di assicurazione di responsabilità civile, è sempre possibile annullarla sottoscrivendo una nuova polizza con una compagnia diversa, che deve sempre essere identificata, poiché l’obbligo legale di fornire la copertura per il proprio veicolo rimane intatto.

La sottoscrizione con la nuova compagnia assicurativa cancella automaticamente la polizza in scadenza, quindi la polizza abbandonata non deve essere notificata. L’attestato di rischio elettronico è stato introdotto nel 2015 e quindi il cliente non deve più recuperare la polizza dalla compagnia. Una nuova compagnia assicurativa può ora ottenere questo documento elettronicamente semplicemente accedendo al database dell’IVASS. In ogni caso, la compagnia della polizza attuale deve, entro 30 giorni dalla data di scadenza, inviare un promemoria e fornire una copia dell’attestato di rischio (particolarmente utile per la compilazione di preventivi online).

Oltre a visualizzare tutti i dettagli della polizza online e a scaricare gli attestati di rischio in qualsiasi momento, molti assicuratori offrono ai loro clienti la possibilità di visualizzare i dettagli della polizza online. Prima di lasciare un’organizzazione, considera quale livello di trasparenza offre l’azienda.

Prima che la polizza scada, hai la possibilità di cancellarla?

Nelle seguenti circostanze, una polizza può essere annullata prima della sua scadenza:

  • In caso di furto, vendita, distruzione o rottamazione del veicolo;
  • Se il titolare della polizza muore.


Se l’assicurazione viene cancellata prima della data di scadenza, l’evento che si è verificato deve essere documentato come richiesto dalla legge. Il certificato di distruzione, la denuncia di furto o il certificato di morte del titolare devono essere inviati per rendere effettiva la cancellazione. Per evitare ritardi, anticipa la documentazione via e-mail e falla seguire da una raccomandata con ricevuta di ritorno o invia tutto attraverso una PEC. Quando l’intestatario di una polizza vende o trasferisce un veicolo, normalmente ha tre opzioni:

Annullare la polizza e ricevere il rimborso dei premi rimanenti

Supporre che il nuovo proprietario (se interessato) subentri al precedente proprietario e ricevere il rimborso della parte residua del premio.
Puoi trasferire la polizza su un nuovo veicolo, a condizione che sia registrato a nome dello stesso proprietario, a quel punto alcuni dei costi aggiuntivi potrebbero dover essere incorporati a seconda delle specifiche del nuovo veicolo.
Se cancelli il tuo contratto di assicurazione, non riceverai un rimborso per le tasse che hai pagato alla compagnia di assicurazione e la parte del contributo sanitario nazionale. Le detrazioni fiscali sono comunque basate sulla quota del Servizio Sanitario Nazionale. In assenza delle situazioni sopra descritte, è possibile anticipare la fine della validità della polizza in corso. In questa situazione, la compagnia assicurativa, tuttavia, può richiedere un risarcimento per i costi di recesso. Questa informazione deve però essere fornita all’assicurato in anticipo e la clausola di recesso anticipato deve essere chiaramente delineata nel contratto della polizza.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.