Home » Blog » Il Risarcimento: tempi e modalità

Il Risarcimento: tempi e modalità

Una compagnia di assicurazione paga (liquida) il risarcimento di un sinistro quando uno dei danni elencati nella polizza si verifica durante il processo di risarcimento.

Questo può avvenire solo dopo un processo che inizia con una denuncia dell’incidente, che deve essere fatta entro tre giorni dall’evento. Il risarcimento può quindi essere richiesto.

Una piccola rivoluzione è avvenuta nel campo delle assicurazioni grazie alle nuove regole del risarcimento diretto.

Anche se non c’è un accordo e quindi entrambe le parti non hanno firmato il CAI – modulo di constatazione amichevole – hai comunque diritto al risarcimento quando si verifica un incidente tra due auto italiane in Italia e le lesioni sono lievi.

Anche così, la firma del CAI rimane preziosa. Se entrambe le parti firmano il verbale dell’incidente, la compagnia pagherà il risarcimento entro 30 giorni dopo un accordo tra le parti. Ci vorranno 60 giorni per la liquidazione del danno se le parti non riescono a raggiungere un accordo. Una procedura tradizionale deve essere seguita nei casi che coinvolgono diversi veicoli, auto straniere o lesioni a una persona.

La valutazione è il primo passo. Un esperto, come terza parte tra le parti, deve valutare il danno, quantificarlo e notificare l’offerta alla compagnia di assicurazione dopo averlo fatto. Sono disponibili innumerevoli opzioni. Sono disponibili innumerevoli opzioni. Puoi ancora utilizzare l’assegno come acconto se decidi di andare in tribunale in relazione all’accordo.

È molto importante fare molta attenzione a ciò che firmi quando ricevi l’assegno in modo da non firmare una liberatoria che ti impedisca di perseguire un’azione civile contro la compagnia di assicurazione.

Durante questa fase, l’assicurato ha il diritto di chiedere l’accesso a tutti i materiali di registrazione che sono stati utilizzati per stabilire il valore dell’offerta di risarcimento. Questi documenti possono poi essere utilizzati per decidere se accettare la proposta di risarcimento che è stata ricevuta o andare in tribunale e chiedere di più.

autore del sito Assicurazionialtelefono.it

L’Autore

Marco P.

Da anni sono appassionato di economia e finanza, e il mio obbiettivo con questo sito è quello di chiarire alcuni dubbi e quesiti riguardanti il settore delle assicurazioni.

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.